Salvo

Salvatore Mangione, noto col nome d’arte di Salvo (Leonforte, 22 maggio 1947 – Torino, 12 settembre 2015).

E’ stato un artista italiano. Ha vissuto e lavorato a Torino.

Nato in provincia di Enna, nel 1956 si trasferisce con la famiglia da Catania a Torino dove ha vissuto e lavorato fino alla morte. Nel 1963partecipa alla 121ª Esposizione della Società Promotrice delle Belle Arti. Dipinge e cerca di vendere ritratti, copie da Rembrandt e Van Gogh, e tele della più varia ispirazione. Tra il settembre e il dicembre 1968 è a Parigi, coinvolto dal clima culturale del movimento studentesco. Rientrato a Torino, inizia a frequentare gli artisti che operano nell’ambito dell’Arte Povera e che trovano un punto di riferimento nella galleria di Gian Enzo Sperone. Conosce Alighiero Boetti, di cui diventa amico, Merz, Zorio, Penone e i critici Renato BarilliGermano Celant e Achille Bonito Oliva.

Esposizioni personali:

 

1990
Associazione Culturale Monti, Roma
Galleria Dello Scudo, Verona

1991
Galleria In Arco, Torino
Galleria Santo Ficara, Firenze
Galleria Galliani, Genova

1992
Galleria Toselli, Milano

1993
Studio Cannaviello, Milano

1994
Associazione Culturale Ciocca – Raffaelli, Milano

1995
Galleria In Arco, Torino

1997
Galleria Santo Ficara, Firenze
Galerie Buchmann, Colonia, Germania

Esposizioni collettive:

1990
– Kunstverein, Heidelberg, Germania
Fortezza da Basso, Firenze
Art Messe, Colonia, Germania
Pinacoteca Comunale, Ravenna

1991
Kunstverein München, Monaco di Baviera, Germania
Castello di Rivara, Torino
Studio Cannaviello, Milano
Galleria La Bertesca, Genova
Studio Raffaelli, Trento

1993
Galerie Pfefferle, Monaco di Baviera, Germania
Galerie Kaess – Weiss, Stoccarda, Germania

1994
Studio Cannaviello, Milano
Castello di Volpaia, Radda in Chianti, Siena
“La più bella galleria d’Italia”, Firenze Civico Museo di Revoltella, Trieste
Schlossmuseum, Weimar, Germania

1995
Museo di San Marino, Repubblica di San Marino
Galleria d’Arte Moderna, Torino
Neue Galerie, Graz, Austria