Navigation: Home Artisti BOTES Conrad
BOTES Conrad

 

 

Botes_Conrad_Zombie_Festival_Galleria_Ariete_arte_contemporanea

   

       

 

 

South Africa Trilogy

C O N R A D   B O T E S

 

Botes_Conrad_Shy-boy_Galleria_Ariete_arte_contemporanea

Conrad Botes  'The Shy-boy'  cm50x100

 

     

28 febbraio - 1 aprile 2009

   


A conclusione del ciclo 'South Africa Trilogy. Bester Botes Schadeberg' e in occasione del FESTIVAL DEL FUMETTO 2009 la Galleria L'ARIETE artecontemporanea presentera', nella sua sede di Via D'Azeglio 42 a Bologna, una selezione di opere a tecnica mista su vetro dell'artista sudafricano CONRAD BOTES. Le opere sono strettamente collegate - per tematiche e stile incisivo di forte matrice grafica - alle tavole di fumetti che l'artista disegna da anni per la rivista 'BitterKomix', leader in Sud Africa per indipendenza e critica sociale. Conrad Botes, disegnatore bianco di origine boera, attraverso l'uso di una straordinaria tecnica di pittura su vetro di ispirazione graffitista, descrive e spietatamente denuncia ipocrisie e falsi valori della società  bianca.

 

Decisamente il più ironico e anarchico degli artisti sudafricani collocati all'interno del filone politico, è artista eclettico che usa pittura, scultura, installazione e fumetto per il suo messaggio dai forti contenuti politici, sociali e culturali. Gli esiti del suo lavoro sono sempre di alto profilo artistico e qualitativo e si inseriscono fra le espressioni più apprezzate dalla critica e dal mercato internazionale dell'arte contemporanea. Nel tratto tagliente della sua figurazione, nei colori vivaci e stridenti, nelle giustapposizioni di simboli e soggetti, vivono e sono amplificate le contraddizioni e le urgenze della cultura e della società  sudafricane. Conflitti razziali, status symbols economici e religiosi, falsi valori e mistificazioni culturali sono al centro dei suoi attacchi ironici, crudi, acidi. Conrad Botes è stato definito un commentatore anarchico, un agitatore culturale a sostegno della tradizione africana.

 

La fama di Conrad Botes ha inizio nel 1992, con la nascita della rivista di fumetti Bitterkomix, unico periodico satirico-comico indipendente sudafricano. Il fumetto è utilizzato da Botes come mezzo creativo di valore artistico. Al contempo, i suoi dipinti su vetro sono caratterizzati da uno spiccato valore narrativo, non lontano dall'immediatezza comunicativa dell'ispirazione graffitista. Contenuto etico e scelta estetica si fondono nelle opere di Conrad Botes in una figurazione stilizzata ed incisiva, marcata da colori accesi e contrastanti.

 

Conrad Botes è nato a Ladysmith (Sudafrica) nel 1969. Lavora come artista visivo e illustratore indipendente. Fonda nel 1992 con Anton Kannemeyer la rivista di satira 'BITTERKOMIX', per avere a disposizione un veicolo di comunicazione immediata e a poco prezzo per i giovani ribelli africani. Insieme a Ryk Hattingh ha creato 'Die Foster Bende', pubblicata nel 2000.

Botes vive e lavora a Cape Town (Sudafrica). Ha esposto in diversi contesti europei e statunitensi. Fra le altre, si cita la sua partecipazione ad importanti mostre collettive tenutesi in Italia: a Bergamo 'In Fumo', a Bolzano 'Passport to South Africa', a Feltre 'Dopo Buzzati: artisti tra pittura e fumetto' e la personale all'ARIETE artecontemporanea di Bologna. Ha creato una installazione per la rassegna d'arte contemporanea 'Fuoriuso' a Pescara, su invito di Sandro Chia. Fra le mostre recenti, una personale a New York ed una importante presentazione del suo lavoro in sedi museali tedesche, Monaco e Bayreuth, e austriache, Kunsthalle di Vienna.

 



 

Solo Exhibitions

.

2014 Wounds of the past, .MContemporary, Sydney

.

2012 Zombie Babylon, Stevenson, Johannesburg

.

2011 The Temptation to Exist, Stevenson, Cape Town

.

2010 On Earth as It Is in Heaven, KZNSA Gallery, DurbanHouse of Judas, Fred, London

.

2009 Crime and Punishment, Brodie/Stevenson, JohannesburgHostile Territory, Aardklop arts festival, PotchefstroomCain and Abel, Michael Stevenson, Cape Town

.

2007 Satan's Choir at the Gates of Heaven, Michael Stevenson, Cape Town

.

2005 Conrad Botes, ABSA Gallery, JohannesburgNotes from Underground, Gallery Momo, JohannesburgDevil's Bullets, Erdmann Contemporary, Cape Town

.

2004 Forensic Theatre, Gallery Momo, JohannesburgConrad Botes, Johannesburg Art Gallery, Johannesburg

.

2003 The Big White Sleep, The Scene Gallery, New York CityThe Big White Sleep, Galleria L'Ariete, Bologna, Italy

.

2002 Conrad Botes, Studio d'Arte Raffaelli, Trento, Italy

.

.

Group Exhibitions

.

2014 Artists Engaged, Proximo Futuro, Calouste Gulbenkian Museum, Lisbon

.

2013 A Sculptural Premise, Stevenson, Cape TownFestival Cyclone BD, Saint-Denis, ReunionPop Goes the Revolution, The New Church, Cape TownSharp Sharp Johannesburg, Gaite Lyrique, Paris, FranceThe Loom of the Land, Stevenson, Johannesburg

.

2012 Bitterkomix: Contemporary Comics from South Africa, Llotja del Cànem, Seu de la Ciutat de la Universitat Jaume I, Castelló de la Plana, Spain

.

2011 Victims and Martyrs, Gothenburg Kunsthalle, SwedenContemporary South African Artists, Turner Galleries, Perth, AustraliaImpressions from South Africa, 1965 to Now, Museum of Modern Art, New York

.

2010 Glanzlichter: Reverse glass paintings in contemporary art, Museum Villa Rot, Burgrieden-Rot, GermanyPEEKABOO - Current South Africa, Tennis Palace Art Museum, HelsinkiTi Piment festival, Nancy, FranceRio Loco festival, Tolouse, France... for those who live in it: Pop culture, politics and strong voices, MU Eindhoven, The NetherlandsThe Beauty of Distance: Songs of survival in a precarious age, 17th Biennale of Sydney, AustraliaThe Graphic Unconscious, Philagrafika 2010, Philadelphia, USA

.

2009 Cyclone BD international comics festival, Reunion Self/Not-self, Brodie/Stevenson, JohannesburgConrad Botes, Anton Kannemeyer & Henning Wagenbreth: Recent prints and drawings, Gallery AOP, JohannesburgBitterkomix: Un certain regard sur l'Afrique du Sud, Angoulême International Comics Festival, France

.

2008 Farewell to Post-Colonialism, Third Guangzhou Triennial, China

.

2007 Apartheid: The South African Mirror, Centre de Cultura Contemporania de Barcelona, SpainSouth African Art: Modern art and cultural development in a changing society, Danubiana Meulensteen Art Museum, Bratislava, SlovakiaTurbulence, Hangart-7 (air & art) Edition 6, GermanySouth African Art Now, Michael Stevenson, Cape Town

.

2006 Africa Comics, Studio Museum, Harlem, New YorkBitterkomix, Michael Stevenson, Cape TownNinth Havana Biennale, Havana, CubaNew Painting, KZNSA Gallery, Durban; Johannesburg Art Gallery, Johannesburg

.

2004 Diaries and Dreams, Ursula Blickle Stiftung, Frankfurt, Germany+Positive, Biennale of Merano, ItalyAfrica Screams; the return of Evil in African Art and Cinema, Iwalewa Haus, Afrikazentrum der Universitat Bayreuth, Germany

.

2003 Mlungu in Africa, Michael Stevenson Gallery, Cape Town

.

2002 Fuori Uso, 12th International exhibition, Pescara, ItalyDopo Buzzati. Artisti tra pittura e fumetto, Galleria d'Arte Moderna Carlo Rizzarda, Feltre, ItalyPassport to South Africa, Centro Culturale Trevi, Bolzano, ItalyShelf Life, Spike Island Gallery, Bristol, UK

.

2001 Shelf Life, Gasworks, LondonIn Fumo, Galleria d'Arte Moderna, Bergamo, Italy

.

2000 Towards-Transit, Pro-Helvitia, Lowenbrau. Zurich, Switzerland